Procedimento Penale Telematico (PPT)

Il Portale del Processo Penale Telematico (PPPT), istituito con l’art.  24 del D.L. 137/2021 e successivamente implementato con il D.M. 13/1/2021, è ad oggi operativo per la trasmissione.
Allo stato, gli avvocati possono effettuare tramite il Portale il deposito dei seguenti atti:

  1. documenti, richieste ed istanze indicate dall’articolo 415-bis comma 3, del codice di procedura penale (art. 24, 1° comma, D.L. 137/20)
  2. opposizioni all’archiviazione ex art. 410 del codice di procedura penale (art. 24, 2° comma D.L. 137/20 e art. 1 del D.M. 12/1/21)
  3. denunce, querele con relativa procura speciale (art. 24, 2° comma D.L. 137/20 e art. 1 del D.M. 12/1/21)
  4. nomine del difensore, rinunce o revoche del mandato difensivo (art. 24, 2° comma D.L. 137/20 e art. 1 del D.M. 12/1/21)

Si rammenta che, ai sensi dell’art. 24 ultimo comma dell’art. 24 del D.L 137/2020, l’utilizzo del Portale del Processo Penale Telematico costituisce unica modalità di deposito degli atti sopra indicati, sì che è da ritenersi preclusa la possibilità di provvedere al deposito dei predetti atti in forma cartaceo presso l’ufficio di Procura.

Per accedere al Portale del Processo Penale Telematico (PPPT), occorre andare al punto di accesso del Portale dei Servizi Telematici.